Occhio agli ftalati!

senza-ftalati

Tornano a far parlare di sè gli ftalati, ovvero prodotti chimici usati come agenti plastificanti nella fabbricazione di oggetti in cloruro di polivinile (PVC) allo scopo di migliorarne la flessibilità e la malleabilità.

Tra i vari tipi di plastificanti il DEHP è sicuramente uno dei più utilizzati per la fabbricazione di giocattoli, cosmetici e dispositivi medici.

Il DEHP non è chimicamente stabile all’interno del PVC e con il passare del tempo in uso prolungato migra dal manufatto.

Studi sperimentali ed alcuni dati epidemiologici indicano come esposizioni precoci a DEHP possono avere serie ripercussioni sullo sviluppo riproduttivo e metabolico.

Questa volta a porre l’attenzione sull’argomento è stato il programma televisivo “Striscia la Notizia”. Nell’inchiesta tenuta dal giornalista Moreno Morelli, viene dimostrato come molti dispositivi medici attualmente in uso, a volte essenziali per i bambini, contengano quantità di ftalati superiori fino a 280 volte il limite stabilito dalla legislazione europea.

L’alta concentrazione di ftalati è proibita dalla legge nella produzione di giocattoli destinati a bambini e neonati. A questo proposito, il Ministero della Salute ha pubblicato nel luglio 2012 un opuscolo “Attenzione agli ftalati” che riporta così: “Sono sostanze tossiche per la riproduzione, soggette a restrizione europea: il loro utilizzo non è consentito a concentrazioni superiori allo 0,1%, né nei giocattoli, né negli articoli destinati all’infanzia; il motivo della restrizione è dovuto al pericolo di esposizione che può  derivare dal masticare o succhiare  per lunghi periodi di tempo  oggetti che contengono ftalati”.

La normativa UE prevede che tali sostanze, se utilizzate nei dispositivi medici, devono essere obbligatoriamente dichiarate.

Cosa fa DEAS a tal proposito?

DEAS è da sempre sensibile a questa tematica ed ha attivato da più di 10 anni la produzione di dispositivi medici privi di DEHP.

Gli utilizzatori possono verificare l’assenza di DEHP nei prodotti DEAS tramite l’etichetta apposta sul confezionamento singolo e multiplo del dispositivo.

I simboli utilizzati sono i seguenti:

PHT-DEHP_FREE

Approfondimenti:

Opuscolo del Ministero della Sanità – Attenzione agli ftalati

Direttiva 93/42/CE

Video di “Striscia la Notizia”

ftalati2

  Precedente
«
 
 Successivo
»
Le informazioni contenute in questo sito non hanno valore contrattuale e riguardano dispositivi medici utilizzabili esclusivamente da professionisti sanitari, pertanto non sono fruibili da soggetti non qualificati (art. 21 d.lgs. 46/97). Deas non risponderà ad alcuna richiesta di informazioni tecniche o commerciali proveniente da pazienti.